Loading...
Il diario della Rosina2020-03-31T16:15:59+00:00

Le Donne del vino

Le Donne del vino Non so se l’avete notato anche voi, ma in tempi di pandemonia ti viene da fare l’aperitivo tutti i giorni. A voi no? Io penso perché tutti i giorni sembra il weekend e allora nel weekend ti viene voglia di fare

Il pranzo di Pasqua

Il pranzo di Pasqua La Rosina e io stiamo già pensando al nostro pranzo di Pasqua. Voi ci avete già pensato al vostro pranzo di Pasqua? Vi vedo, eh, che pensate di mangiare l’agnellino a Pasqua. Mia nonna, l’agnellino, lo chiamava il bigin. E anche

La domenica delle Palme

La domenica delle Palme La Rosina e io, oggi, ce la siamo presa con calma. È domenica e la domenica te la devi prendere con calma, che già si corre tutta la settimana. E anche se con il coronavirus, non si corre tutta la settimana,

Come stavamo bene al Vinitaly

Come stavamo bene al Vinitaly Abbiamo deciso che il sabato, durante la quarantena, è il giorno delle pulizie. La Rosina e io, stamattina, abbiamo fatto le pulizie. Le pulizie sono una cosa lunga da fare, ma così lunga che abbiamo appena finito adesso di far

Il vestito del diploma Ais

Il vestito del diploma Ais Oggi, 3 aprile, pensavamo tutti fosse l’ultimo giorno di quarantena. In verità, già da un po’, non lo pensavamo neanche più che fosse l’ultimo giorno di quarantena. La Rosina, che non è l’ultimo giorno di quarantena, alla fine, è abbastanza

La telefonata del «cuccu»

La telefonata del «cuccu» Non so a voi, ma a me e alla Rosina stamattina c’hanno già fregate. Abbiamo ricevuto la telefonata del «cuccu» e, zac!, ci siamo cascate in pieno. Che la Rosina subito si è anche un po’ ringalluzzita perché pensava che il

Carussin Bruna Ferro

Carussin Bruna Ferro La Rosina, oggi, mi ha rimbeccato perché dice che tutti fanno i buoni propositi del dopo coronavirus tranne io. I buoni propositi, a me, non è mai piaciuto farli perché tanto, poi, i buoni propositi non li mantengo mai. Tipo: dopo il

Elena

Elena La Rosina oggi è arrabbiata con me. Ma arrabbiata tantissimo eh. Che abbiamo rischiato di non fare l’uovo, oggi. Voleva vedere la neve e s’è impuntata che ero stata io che avevo cambiato le previsioni del tempo. Che mi ha visto che facevo la

Le amiche di mia mamma

Le amiche di mia mamma Non so a voi ma a me e alla Rosina, ieri sera, c’è venuto un po’ il magone a vedere Cichin lì, in mezzo a quella piazza vuota, da solo, anziano, sotto la pioggia, al freddo e al buio. Ho

Don Boero Cornacchione

Don Boero Cornacchione Oggi, la Rosina e io, raccogliamo una richiesta di Maurizio, che vuole che parliamo di Refrancore. Bene, oggi voglio accontentarlo Maurizio. Lui, a Bergamo, ha più bisogno di noi di un momento lieve. E allora lasciate che lo accontenti Maurizio. Oggi vi parlo

Olivia

Olivia Il risvolto peggiore di una convivenza forzata è quando avvengono le alleanze. Indovinate con chi si è alleata la Rosina? Con Oliva. Stamattina si parlavano e mi guardavano con sufficienza vicino alla cyclette, Olivia diceva alla Rosina: “Vedi, è nuova: quattro anni che è

Mariuccia Borio del Castlèt

Mariuccia Borio del Castlèt Mariuccia è la persona che mi telefona di più nei giorni del coronavirus. Più che la mamma. A dirla tutta, Mariuccia mi telefona sempre più che la mamma anche prima del coronavirus. Che quando mi telefona alla sera, Claudio sbuffa. Perché Mariuccia

Francesca Bridget Poggio

Francesca Bridget Poggio Oggi ho visto la Rosina un po’ giù. Anche le galline hanno i loro alti e bassi. E allora ho pensato di sfoderare un asso nella manica. Il mio asso nella manica si chiama Bridget. Bridget è una mia amica che nella

Marianna, la mia socia

Marianna, la mia socia Marianna è la mia socia. Che poi non è proprio la mia socia. Noi da anni siamo nell’era del dopo coronavirus, quando i soci non sono soci, lavorano distanti, non hanno un ufficio e fanno le riunioni via Skype. Noi le riunioni

La Nonna

La Nonna La Nonna è arrivata il 9 agosto della scorsa estate. Non si chiamava Nonna, si chiamava Stella Cometa che è proprio un bel nome. Ma noi la chiamiamo Nonna per comodità. È nata nel 2006 ed è stata in canile ad Asti, prima

Nonno Rino

Nonno Rino Nonno Rino è un gatto di strada. L’ha trovato Anna tra la vita e la morte. E Anna, che a Viarigi è diventata la mia migliore amica insieme a Monica (ma Monica è degli Accorneri e non di Viarigi), mi ha telefonato perché nonno Rino stava morendo.

La Bottega di Bruno e Luigina

La Bottega di Bruno e Luigina Rosina e io siamo andate a fare la spesa nella bottega di Bruno e Luigina ai Valenzani. Che è una frazione strana e loro hanno la cucina sotto il Comune di Castello d’Annone, il cortile sotto Refrancore e il

Ciao Giacomo

Ciao Giacomo Non ricordo l'anno esatto in cui ti ho conosciuto. Ci ha presentati Mariuccia ed è stata subito una simpatia a pelle reciproca. Negli anni, con Marianna, ho avuto l'onore di lavorare al tuo fianco in bellissimi e importanti progetti. Di te, mi ha sempre colpito quell'intelligenza

Le margherite del Monferrato

Le margherite del Monferrato Oggi Rosina si è impuntata, mentre tagliavo il prato. Mi ha detto che per tagliare le margherite, avrei dovuto passare sul suo corpo. Mi ha detto: ce le avessero i milanesi le tue margherite! No, loro non le taglierebbero. I milanesi

Rosina, la mia Wilson

Rosina, la mia Wilson In questi giorni sto capendo il significato profondo di Wilson, il pallone su cui Tom Hanks disegnò un volto nel film Cast Away. Diventò il compagno con cui parlare e confidarsi. Ho provato a farlo con i cani ma dopo due